P. Raniero Cantalamessa e Alpha in Italia

P. Raniero Cantalamessa, dell’ordine dei Frati Minori Cappuccini, è nato a Colli del Tronto (AP) il 22 Luglio 1934. Nel 1979 ha lasciato l’insegnamento per dedicarsi a tempo pieno al ministero della Parola. È stato nominato da Giovanni Paolo II Predicatore della Casa Pontificia nel 1980 e confermato in tale carica da Benedetto XVI nel 2005. In questa veste detta ogni settimana, in Avvento e in Quaresima, una meditazione in presenza del Papa, dei cardinali, vescovi, prelati e superiori generali di ordini religiosi. È chiamato a parlare in molti paesi del mondo, spesso anche da fratelli di altre denominazioni cristiane.

 

Padre Raniero, l'anno prossimo sarà presente alla Leadership Conference di Londra, cosa pensa di Alpha?

Io ho rapporti da diversi anni con Alpha, amicizie profonde, ci siamo trovati più volte sia con la comunità di Londra che con altri gruppi Alpha in giro per il mondo e quindi è molto nota la mia simpatia sia per i fondatori sia per i vari leaders sia per la realtà stessa di Alpha; quindi non posso che rallegrarmi che il metodo Alpha parta anche in Italia perché non può che fare tanto bene.

Alpha ha uno scopo ben preciso, qualche volta negli incontri a Londra ho detto: giustamente vi chiamate Alpha Course, ciò vuol dire che non è 'alpha e omega', ovvero l'inizio e la fine di tutto ma è un'inizio, e come inizio\introduzione delle persone alla fede è veramente efficace!

'Non posso che rallegrarmi che Alpha parta anche in Italia perché non può che fare tanto bene.'

Lei ha viaggiato in tutto il mondo ed ha incontrato persone di diverse età e di diverse nazioni, cosa pensa riguardo l'evangelizzazione? E' nel cuore dei cristiani di oggi anche grazie alle esortazioni del Santo Padre? 

Tutti coloro che amano Gesù amano l'evangelizzazione e in più tutti coloro che prendono sul serio la propria vocazione cristiana anche nelle diverse confessioni, nelle diverse denominazioni cristiane. Non siamo una chiesa trasversale ma siamo un popolo che attraverso tutte le diverse confessioni cristiane ha a cuore il Vangelo e la diffusione della buona novella perché, appunto, amiamo Gesù. Certamente nella Chiesa Cattolica, Giovanni Paolo II ma anche Papa Francesco spingono verso questa direzione, ovvero verso la diffusione della buona novella e quindi del Vangelo. Per cui ogni iniziativa in questa direzione soprattutto quando è animata da uno spirito come quello di Alpha e di tante altre associazioni, ossia uno spirito ecumenico uno spirito di unità e non di proselitismo, bisogna accoglierlo come un dono per la Chiesa di oggi.

 

Nell'avvento del 2011 lei ha parlato di quattro ondate di evangelizzazione, noi attualmente ci troviamo nella quarta ondata, come crede che Alpha possa contribuire in questo?

Credo che tutto faccia parte di quella fascia di persone che sono in prima linea, ovvero di coloro che assolvono il compito di pescatori di uomini. In genere il clero, e non solo in ambito Cattolico, ma nei diversi ambiti cristiani, riescono a fare i pastori ossia a pascere le pecore mediante la Parola e i Sacramenti, ma molto spesso abbiamo meno capacità di andare al largo a pescare i lontani e quindi Alpha, come altri movimenti all'interno della Chiesa Cattolica, hanno questo particolare compito di essere i pescatori che vanno al largo, nel senso delle estremità del mondo nelle periferie esistenziali come le chiama Papa Francesco, assolvono quindi un compito molto importante per cui noi sacerdoti non possiamo che rallegrarci di ciò.

 

Come a lei noto, nel week-end del 14-15 Giugno 2014, vivremo il primo congresso Alpha in Italia dove lanceremo Alpha ufficialmente nella nostra amata nazione, potrebbe lasciare un messaggio a coloro che parteciperanno? 

Faccio anzitutto tanti auguri affinché lo Spirito Santo scenda su questo primo incontro (il primo congresso nazionale di Alpha ndr.) che avviene all'indomani della Pentecoste e faccio una preghiera speciale affinché uno spirito di unzione di fervore e di concordia scenda su tutti i partecipanti e come nel giorno di Pentecoste, appena ricevuto lo Spirito Santo andarono in piazza a predicare con tanta efficacia e da ciò nacque la Chiesa, così auguro che anche da questo incontro possa avvenire uno slancio, una ventata nuova di evangelizzazione! Sono presente spiritualmente a questo incontro, mi rallegro con coloro che hanno lavorato e faticato per renderlo possibile, mi rallegro perché anche Gesù si rallegra quando i suoi discepoli si uniscono in fraterna concordia per annunciarlo. Faccio un gran benvenuto in Italia ad Alpha course perché fino ad ora l'ho conosciuto soltanto all'estero e mi rallegro perché da adesso  anche i miei connazionali ne faranno parte.

 

'Do un gran benvenuto in Italia ad Alpha' 

Pin Goog