Senza di loro non si può fare

Senza di loro non si può fare

Intervista a Roberta Carta, organizzatrice di Run Alpha 19 // meeting di giovani, Assisi 6 aprile 2019

Ciao, puoi parlarci di te?

Mi chiamo Roberta, sposata con Diego e mamma di una bellissima bambina di quattro mesi. Lavoro come psicologa, psicoterapeuta e formatrice. Nel mio servizio come volontaria faccio parte del team di coordinamento di Alpha Italia.

“Senza di loro non si può fare”, parlaci di questo titolo?

Molte volte ci troviamo a parlare del futuro della chiesa e della società. Ma spesso, in questi ragionamenti, ci dimentichiamo di includere i veri protagonisti del futuro: i giovani. Il futuro è loro. Loro è il tempo, loro è il linguaggio e in loro Dio ha posto le risorse più adatte per far fronte alle sfide del futuro.

Pensiamo ai cambiamenti veloci di questa società. I nostri giovani sono aperti ai cambiamenti, alle novità. Hanno la mentalità aperta e capace di cogliere ciò che noi non vediamo e che può essere un’opportunità.

Sono capaci di credere che anche l’impossibile si possa realizzare ed è per questo che, per “missioni impossibili”, è importante investire sui giovani. Senza di loro non si può cambiare il mondo, senza di loro non si può fare! 

Proprio per questo abbiamo pensato a Run Alpha 19.

Cos’è Run Alpha?

Run Alpha è un’opportunità! Un’opportunità per i giovani per incontrare altri giovani, per ascoltare testimonianze di vita e di fede. Un’opportunità per fare chiarezza sulla propria vita e provare a rispondere ad alcune domande.

Una giornata da dedicarsi per spodestare lo scoraggiamento che a volte ci assale e capire che i propri sogni si possono realizzare, perché nulla è impossibile a Dio. 

Un evento rivolto ai giovani quindi, giusto?

Sì, ma soprattutto a chi custodisce sogni preziosi nel cuore e vuole ricaricarsi di speranza e di forza per trovare quel posto felice che è il luogo dove i propri sogni incontrano la volontà di Dio. 

Perché ritieni Run Alpha così importante oggi?

Perché è il primo evento di questo tipo in Italia. Perché è l’unico evento al momento che permette a giovani di tutta Italia e di tutte le confessioni cristiane di incontrarsi per condividere sogni e speranze, capire come la propria fede sia conciliabile con ogni tipo di contesto di vita, con ogni lavoro.

Per comprendere come “l’evangelizzazione” sia cruciale e possa essere praticata in ogni ambito e nelle maniere più disparate. 

Ad un responsabile di comunità cosa consiglieresti?

Consiglierei di mandare più ragazzi possibili della sua comunità, di incoraggiarli a venire e vedere, perché è un’opportunità unica di aprire lo sguardo e volare in alto.

L’opportunità di conoscere altri giovani, esplorare la vita, confrontarsi sui propri sogni, capire come possono essere trascinatori (leader) nei loro contesti di chiesa, scoprire e mettere a frutto i propri talenti.

Per poter tornare carichi e desiderosi di impegnarsi esplorando modi nuovi di creare ed inventare, in rete con altri giovani. Ci saranno testimonianze di vari ospiti e laboratori di leadership e worship. 

Laboratori? Puoi dirci di più?

Sì, ce ne saranno due. Uno incentrato sul lavoro in team e sull’essere leader. Un esperto nell’ambito condurrà il laboratorio per aiutare concretamente i giovani a capire come mettersi in gioco nel proprio territorio e contesto di vita e fede.

L’altro dedicato al worship. Un’opportunità per i gruppi che fanno worship ed anche per chi ne è interessato per approfondire questo affascinante ambito. Una persona diplomata all’Hillsong college, con grande esperienza nell’ambito del worship, condurrà il laboratorio. Un’occasione di forte formazione ed ispirazione per i giovani che sentono il desiderio di servire Dio con il mezzo della musica.

audience-868074.jpg
Hanno la mentalità aperta e capace di cogliere ciò che noi non vediamo e che può essere un’opportunità.

Puoi dirci di più sulle worship? Cosa sono?

La parola inglese worship significa adorazione, ma è utilizzata per identificare un modo di pregare e lodare attraverso la musica. Permette di pregare con una musica molto coinvolgente, che vuole avvicinare tutti, compresi i più giovani che sono sensibili ad una buona musica e moderna, a lodare Dio!

Come può una comunità fare worship? Come iniziare?

Un modo per iniziare è seguire on line le produzioni più famose come i brani della Hillsong Church o di Worship Central. Poi venire a Run Alpha a conoscere chi in Italia sta provando a crescere in questo ambito, perché avremo due gruppi che ci aiuteranno nel Worship e avremo degli ospiti formati nel Hillsong College che terranno un laboratorio per chi fosse interessato a formarsi in questo!

Ci sono inoltre in Italia gruppi disponibili a spostarsi per condividere serate di worship insieme.

E riguardo ad Alpha, cos’è per te Alpha?

Alpha per me è il metodo di evangelizzazione più efficace che ho incontrato fino ad oggi! È un corso che permette alle persone di incontrare Gesù e alle chiese e parrocchie di trovare un nuovo modo di essere comunità e di arrivare a tutte le persone!

A Run Alpha si parlerà di Alpha?

A Run Alpha conoscerai amici che hanno visto cambiare la loro vita dopo aver sperimentato Alpha e avrai un assaggio di come potrebbe essere nella tua realtà una volta rientrato a casa!

E riguardo agli ospiti?

Abbiamo scelto ospiti che siano leader cristiani di successo in campi diversi, per far capire ai ragazzi che dallo spettacolo, allo sport, alla musica ogni sogno che hanno nel cuore Dio lo può far diventare grande! E in ogni ambito Dio vuole arrivare attraverso di te. Ogni ragazzo deve sapere che c’è una grande storia che necessita di lui come protagonista.

Qualche nome?

Avremo con noi Nicola Legrottaglie un grande calciatore e uomo di fede, che non ha avuto paura di parlare a tutti della sua appartenenza a Gesù. Attualmente vice-allenatore in una squadra di serie A ed impegnato con la sua chiesa anche attraverso Alpha.

Poi Eric Alexander attore e doppiatore che ha seguito i suoi sogni con professionalità e fede! Un appassionato di evangelizzazione sempre pronto a sperimentare nuovi metodi di evangelizzazione nella parrocchia cattolica a Milano dove svolge la sua missione.

Ci sarà Philip Goldney la cui missione è tra i ragazzi. Di Phil mi colpisce il fatto che evangelizza attraverso i free sports, sport che i ragazzi amano come i parkour. Sono sicura che ci racconterà storie incredibili, di grande ispirazione.

Poi Marco Geraci un amico di Alpha, musicista con una grande esperienza di vita in Hillsong, attualmente campus pastor di Home Church Italia capace di motivare e preparare giovani leader europei all’evangelizzazione.

E infine la partecipazione di un frate del SOG (Servizio Orientamento Giovani) dei Frati Minori di Assisi, perchè la figura di Francesco rimane ad oggi una tra le più belle in assoluto di ispirazione per i nostri giovani. Una vita trasformata in dono per Dio e per gli altri

Data e orario?

Run Alpha sarà ad Assisi, sala conferenze dell’Hotel Cenacolo, il 6 aprile 2019. Tutto il giorno

Per iscriversi?

Abbiamo predisposto una pagina Eventbrite (accessibile dal pulsante rosso qui sotto):

Grazie Roberta, e tanti auguri per RA19!!

Grazie e arrivederci a tutti ad Assisi. Vi aspettiamo numerosi con tanti ragazzi

Per poter tornare carichi e desiderosi di impegnarsi esplorando modi nuovi di creare ed inventare, in rete con altri giovani
hitchhiker-691581.jpg
Ci saranno testimonianze di vari ospiti e laboratori di leadership e worship

Find an Alpha near you

Try Alpha

Find out more about Alpha

Learn more